20 MILIONI DI MUSULMANI CONTRO L’ISIS

20 MILIONI DI MUSULMANI SCENDONO IN PIAZZA PER CONTESTARE CONTRO L’ISIS

 

SOCIAL INNOVATION COMMUNITY

 

Il tradizionale pellegrinaggio sciita a Karbala, nel sud dell’Iraq, è diventato una manifestazione di protesta contro l’Isis, che il giorno prima aveva seminato una strage in una cittadina nei pressi di Karbala.

 

La marcia è diventata forse la più grande della storia: si calcola che abbiano partecipato dai 17 ai 20 milioni di musulmani (secondo il quotidiano britannico The Independent).

 

Ora, 20 milioni di musulmani tutti insieme contro l’Isis è una notizia?

 

Eppure, sui giornali Europei non l’abbiamo vista, perché contraddice l’assunto ideologico “musulmani uguale terroristi”.

L’articolo e il video dal britannico The Independent.

 

http://www.independent.co.uk/news/world/middle-east/20-million-muslims-march-against-isis-arbaeen-pilgrimage-iraq-karbala-a7436561.html

 

PHI Foundation Social Innovation Community

 

Sebastiano de Falco

PHI Foundation

Libera dalle mafie

CELEBRA IL 21 MARZO CON LIBERA

Il primo giorno di primavera, il 21 Marzo, è la Giornata nazionale della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle Mafie  e l’associazione Libera, come consuetudine dal 1996, celebrerà questa ricorrenza in maniera speciale.

Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie è una associazione di promozione sociale  fondata nel 1995, per sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative che diffondano la cultura della legalità.

Tra gli impegni di Libera troviamo la legge sull’uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l’educazione alla legalità democratica, l’impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo e le attività antiusura.

La celebrazione annuale del 21 Marzo di Libera consiste nel leggere, ogni anno in una città diversa a partire dal 1996, un elenco di circa novecento nomi di vittime innocenti. Nell’elenco figurano vedove, figli senza padri, madri e fratelli, i parenti delle vittime conosciute e i familiari delle vittime il cui nome dice poco o nulla. Ma è un dovere civile ricordarli tutti perché a quei nomi e alle loro famiglie dobbiamo la dignità della nostra Italia.

Inoltre vengono organizzati momenti ed eventi in ricordo delle vittime della mafia in migliaia di piazze, scuole e parrocchie sparse per tutta Italia, per costruire in tutto il Paese una memoria responsabile e condivisa che dal ricordo può generare impegno e giustizia sociale.

Quest’anno la XXII Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle Mafie si svolgerà a Locri ed in contemporanea in ben 4 mila luoghi in tutta Italia. Il tema della giornata sarà  “Luoghi di speranza e testimoni di bellezza“, per sottolineare la necessità di legare la cura dell’ambiente e dei territori con l’impegno per la dignità e la libertà delle persone. Il tutto per esercitare le nostre responsabilità di persone, cittadini, abitanti, ospiti e custodi della Terra.

Partecipa anche tu ad una delle celebrazioni che Libera organizzerà lungo tutta la penisola: per maggiori informazioni puoi contattare l’associazione tramite mail all’indirizzo segreteria.21marzo@libera.it oppure al numero 3809035998 .

 

Nicola Minerva

PHI Foundation

DEDICATO ALLE VITTIME DI BERLINO

ATTENTATO AL MERCATINO DI NATALE A BERLINO

 

Per tutti noi questo è un giorno molto duro e la lotta senza tregua contro il terrorismo non deve intaccare né i valori, né lo stile di vita scelto dalle democrazie.

Profondo cordoglio, amicizia, nonché solidarietà, sono importanti manifestazioni di sostegno nelle ore buie del lutto che coinvolge tutti i continenti.

Confidiamo che la piena mobilitazione al fine di lottare contro il flagello del terrorismo e l’attuazione delle misure decise a livello europeo riportino la serenità smarrita.

Il crimine commesso contro i cittadini civili sconvolge per la sua crudeltà e cinismo, ma non per questo dobbiamo farci prendere dallo sconforto ponendo in dubbio il futuro.

Gli ultimi eventi fanno desumere che vi è un orripilante disegno che vuole indurci allo sgomento con il fine di far calare l’oscurità sulla civiltà umana.

 

Sebastiano de Falco

PHI Foundation