logo_PHI_Foundation

Perché Phi Foundation??

 

Negli ultimi anni, in Italia e nel Mondo, si è registrato un notevole incremento di attività solidali realizzate attraverso una moltitudine di eventi e organizzazioni senza scopo di lucro, palesando però un’insufficienza strutturale del terzo settore, nonostante gli enormi sforzi e la dedizione dimostrata dai volenterosi operatori coinvolti.

In realtà la nascita di organizzazioni no profit a carattere solidale (ONP) ha radici più antiche e va fatta risalire alla seconda metà del XX secolo, principalmente nei paesi economicamente più progrediti, che dimostravano anche una sensibilità particolare per le attività a carattere sociale.

Nel corso degli anni però, le ONP si sono diffuse un po’ in tutte le nazioni e nei paesi anche meno sviluppati.

Soltanto in Italia, ad oggi, esistono circa 350 mila ONP con oltre 6 milioni e mezzo di volontari.

Leggi anche:  Articoli della settimana 11 dicembre

E’ evidente che questo sia un mercato in forte crescita e in continuo fermento.

Purtroppo però, le difficoltà nelle quali devono operare le ONP sono quasi sempre legate ad un unico e generale problema: la mancanza di fondi.

Ma attribuire tutte le colpe e le responsabilità dei fallimenti o delle difficoltà in cui versano le ONP all’insufficienza dei fondi è troppo riduttivo.

La maggior parte di queste associazioni si muove in maniera autonoma e senza progettualità, non effettua nessuna ricerca di mercato nè prova a valutare il reale interesse del pubblico nello specifico progetto. Per non parlare poi degli aspetti relativi alla visibilità e alla comunicazione, troppo spesso affidati ad azioni sporadiche, poco professionali e a corrente alternata.

Leggi anche:  Il crowdfunding per una scuola SmArt

A tutto questo si aggiunge da un lato l’inefficiente coordinamento dei volontari, che sono la linfa vitale del terzo settore, e dall’altro lo scarso utilizzo di strumenti idonei alla raccolta fondi come le piattaforme di Fundraising o i donation party, rendendo cosi difficile e spesso sterile l’attività di quei pochi donatori che per legami personali, interessi fiscali o visibilità mediatica effettuano delle elargizioni.

Alla luce di quanto detto, emerge evidente la necessità di un operatore che coordini, regoli e aiuti questo processo di costruzione e di supporto verso chi ha bisogno e verso chi non può farcela da solo.

Phi Foundation vuole intervenire proprio con questo ruolo in questo processo, diventando il primo network solidale e il punto di riferimento per tutto il terzo settore.

Leggi anche:  ARTICOLI DELLA SETTIMANA 05 FEBBRAIO

L’obiettivo della Fondazione è promuovere lo sviluppo e la comunicazione delle ONP presenti sul territorio, coordinare l’enorme e crescente numero di volontari che operano nel terzo settore e infine aiutare e sostenere la raccolta fondi attraverso piattaforme di Crowdfunding.

Per raggiungere questo obiettivo ambizioso e particolarmente gravoso Phi Foundation chiede l’aiuto anche ai lettori, ai followers e a tutti coloro che vogliono impegnarsi in una causa sociale, mettendo a disposizione il loro tempo, il loro entusiasmo e il loro talento, nel raccontare, scrivere e testimoniare tutto quello che in Italia (ma non solo) riguarda il Terzo Settore.

 

Se sei interessato, consulta il sito www.phifoundation.com e compila il form nella sezione “cosa puoi fare tu”. Ti aspettiamo.

 

Phi Foundation: Social Fundraising Community

Vota l'articolo

12345
Loading...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento